Header

Il Mercato Contadino Biologico del GAS Sila ha registrato un altro grande successo a Spezzano Piccolo.

Con le associazioni, i produttori e tutte le persone che hanno riempito le loro sporte, abbiamo fatto un altro piccolo passo verso il progetto di un nuovo modello di sviluppo.
Uno sviluppo che guardi a rifiuti zero e sia solidale, che decide di utilizzare il concetto della solidarietà come criterio guida nella scelta dei prodotti,dei piccoli produttori, del rispetto dell’ambiente, del non sfruttamento dei popoli del sud del mondo. 

4
23

22

21

20

19

18

17

16

15

14

13

12

11

10

9

8

7

6

5

3

2

1

Share

Il GAS Sila a Spezzano Piccolo

luglio 1st, 2015 | Posted by gassila in appuntamenti | gassila - (0 Comments)

Il 4 luglio 2015 il GAS Sila fa tappa a Spezzano Piccolo, in piazza Primo Maggio.

Oltre ai consueti prodotti biologici a km zero ci saranno momenti di convivialità a cura delle associazioni culturali presenti sul territorio.
Carlo Furgiuele, presidente dell’Associazione Culturale MACCHIA ANTICO BORGO M.A.B., sorta per la promozione del territorio di Macchia di Spezzano Piccolo (CS), ci guiderà nelle tecniche dell’arte presepiale.
Verrà inoltre presentato il libro di Ernesto Federico, Spezzano Piccolo. Storia, tradizioni, cultura.

Passate dal GAS e non dimenticate di portare la sporta!

gas spezzano piccolo

aa
mappa spezzano piccolo

Share

19

Appena arrivati a piazza delle Fontane l’aria fresca di Spezzano Sila ci ha svegliati.

Ranuccio e Gilda con il loro miele erano già pronti a deliziarci.

Dopo un po’ ecco Daniela con la frutta e la verdura. Mancavano Antonino Fonsi e la sig.ra Bruno con i loro meravigliosi e sani formaggi, ma dopo un po’ eccolì!!pronti a farci assaggiare le ricotte calde calde. Tra un pecorino e un caciocavallo ecco Sara Mazzei che con l’odore inebriante di frese, taralli e pane, ha avvicinato tantissime persone e poi… i lamponi di Verrina sono andati a ruba!

Qualcosa mancava, la bottega Otravez con i prodotti del commercio equo e solidale, ma erano solo in ritardo. Tutti pronti, insieme ad organizzare il mercato. Una piazza piena di energia , affollata caratterizzata da un continuo scambio di idee, una contaminazione necessaria per far crescere i nostri territori.

Ringraziamo la consulta giovanile di Spezzano Sila e tutte le associazioni che stiamo incontrando nel percorso dei mercati.

Ricordiamo i prossimi appuntamenti del GASSila saranno: a Spezzano Piccolo il 4 luglio ore 10.00 in via Gelseto e Serra Pedace l’11 luglio ore 10.00. Ritroviamoci!

20 18 17 16 15 14 13a 12 10 9 8 7 6 5 4 3 2

Share

cesto

 

Per penotare clicca su (altro…)

Share

gas1 copia (copia)

Share

Piazza Solidale A3_small

Share

Rete di Economia Solidale “Utopie Sorridenti”

BotteGAS

 

Inizia la sperimentazione della BotteGAS.

Apertura ogni Martedì e Giovedì

dalle ore 16,00 alle ore 19,30

 

Troverai i prodotti del GAS

Patate, Pane, Frese, Sott’oli, Marmellate, Olio, Vino

e prossimamente Farina e Legumi.

Artigianato e Saponi naturali.

 

Alla BotteGAS potrai inoltre ricevere tutte le informazioni

sulle iniziative della RES “Utopie Sorridenti”

 

Vieni a trovarci presso

il PARCO SOCIALE

ex Officine FdC

Via Popilia, 39 – Cosenza

www.utopiesorridenti.com

Share

farinaProgetto “il Seme che cresce”
Modulo ordine Farina – Febbraio 2014

Chiusura Ordine Martedì 4 Marzo 2014

Clicca per ordinare….
(altro…)

Share

Documento-1-Pagina001

Share

http://www.coessenza.org/news742-Una-stufa-rivoluzionaria-742.htm

Scuola del Vento

16 gennaio – Da qualche giorno c’è una nuova stufa in funzione presso la Scuola del Vento, nel campo rom di Vaglio Lise, a Cosenza.
Rocket Mass Heater una piccola grande rivoluzione a portata di mano.foto_stufa_scuola_del_vento
Nell’ambito della avanguardie della Permacultura, sta diffondendosi e perfezionandosi una nuova tecnica per la costruzione di stufe e sistemi per il riscaldamento domestico, estremamente semplice da realizzare ed al contempo molto efficiente. Il rocket mass heater è fra le migliori applicazioni di questa tecnica. Si tratta di una stufa a legna con un’efficienza termica tale da ottenere la stessa quantità di calorie utilizzando il 50% in meno di legna rispetto ad una stufa tradizionale. Ciò è possibile grazie al processo di pirolisi, che consente di far bruciare la maggior parte dei gas della combustione (il fumo del fuoco) ottenendo così altro calore, ed emissioni minime composte quasi esclusivamente da CO2 e vapore acqueo. Considerato poi che la forma ed il funzionamento della camera di combustione creano un tiraggio consistente, è possibile indirizzare il tubo di uscita degli esausti nella direzione desiderata, anche orizzontalmente, e ciò permette di farlo passare all’interno di una massa termica di materiale inerte pietroso (il pavimento, una panchina, un letto, un muretto o un qualsiasi altro elemento architettonico) ottenendo così di accumulare all’interno della casa una notevole quantità di calore che andrebbe altrimenti disperso. Questo consente di ottenere risparmi di legna superiori all’80% rispetto a una stufa tradizionale. Anche i costi ed i tempi di realizzazione di questo sistema innovativo sono eccezionalmente contenuti: è possibile infatti realizzare un impianto base con massa termica per meno di 150 euro ed in meno di due giornate lavorative. E’ importante infine sottolineare che sono già stati sperimentati sistemi che incorporano la possibilità di produrre acqua calda.
Perché il RMH è ancora più rivoluzionario per i ROM
• L’utilizzo di una stufa con massa termica consente di avere minori sbalzi di temperatura. Ciò è particolarmente rilevante in un ambiente come le baracche che si surriscaldano quando le stufe a legna sono accese per poi raffreddarsi molto velocemente appena la stufa si spegne, portando alla condensa dell’umidità trattenuta all’interno dai rivestimenti plastici che vengono utilizzati per isolare le baracche e, dunque, ad una sostanziale insalubrità dell’ambiente.
• La possibilità di utilizzare un quantitativo di legna molto inferiore disincentiva il ricorso a legna con plastica o vernici attaccati ed alla plastica.
• La qualità degli esausti, che sono praticamente respirabili, migliora radicalmente la qualità dell’aria all’esterno, che, specialmente nei campi densamente popolati, è spesso molto inquinata proprio a causa della combustione di materiali tossici e del posizionamento molto basso dei comignoli, favorendo malattie respiratorie e neoplasie.
• Il bidone incorporato nel sistema, può essere utilizzato come piano di cottura, portando ad un risparmio sul gas e ad un miglioramento della qualità dell’aria all’interno delle baracche, dove la combustione del gas per la cottura può inquinare pesantemente l’aria.
• Vista la capacità dei Rom di riciclare materiali, i costi di realizzazione sono vicini allo zero.
• Vista la struttura e il funzionamento della stufa il rischio di incendio e di ustioni è molto più contenuto.

by Confluenze

Share